Vai al contenuto

Bhakti Yoga, lo Yoga della devozione

“Coloro che fissando le loro menti su di Me, Mi adorano stando sempre uniti a Me con devozione suprema, sono a Mio parare i perfetti conoscitori dello Yoga” (XII, 2)

Il Signore Krishna in questo verso della Bhagavad Gita indica chiaramente come l’adorazione e la devozione suprema portano all’Unione col Divino, allo realizzazione di Sè, allo Yoga. Ogni devoto esprime il proprio amore per Dio riconoscendolo nella forma per lui più riconoscibile, divenendo punto di riferimento costante, centro della sua attenzione, a cui si offrono tutti i propri desideri, conservando solo il desiderio di Dio, offrendo infine se stessi. È questa l’essenza della pratica del Bhakti Yoga: attraverso l’espressione della devozione esteriormente, con preghiere o canti, ma anche e soprattutto interiormente, nel silenzio il cui si offre se stessi, sconfiggendo ogni desiderio impuro, facendo di Dio l’unico desiderio possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *