Vai al contenuto

Coraggio, oltre ogni resistenza

Dagli insegnamenti di Paramahansa Yogananda

“Tutto ciò che il Signore ha creato ha lo scopo di metterci alla prova, di farci portare alla luce l’anima immortale celata dentro di noi. Questa è l’avventura della vita e il suo unico fine. E l’avventura di ciascun essere umano è diversa e irripetibile. Dovete essere pronti ad affrontare ogni difficoltà, sia essa di carattere fisico, mentale o spirituale, adottando metodi ispirati al buon senso e avendo una grande fede in Dio, consapevoli che nella vita o nella morte la vostra anima resta invincibile.”

“Il coraggio significa fede in Dio: fede nella sua protezione, nella sua giustizia, nella sua saggezza, nella sua misericordia, nel suo amore, e nella sua onnipresenza. Per essere adatto all’autorealizzazione un uomo dovrebbe essere coraggioso.”

Se vogliamo sbarazzarci di ogni timore, dobbiamo meditare sul coraggio, così che, a tempo debito, saremo liberati dalla schiavitù della paura. Attraverso la concentrazione e la meditazione, possiamo conquistare la forza e la capacità di focalizzare la nostra attenzione. La pratica continua ci permetterà di concentrare senza alcuno sforzo la nostra energia su un particolare problema o una specifica responsabilità. Questa diventerà la nostra seconda natura. Armàti di questa nuova qualità, avremo successo nelle imprese della vita, sia sul piano spirituale sia su quello materiale.

Da Swami Yukteswar in “Autobiografia di uno yogi”

“Guarda la paura in faccia e smetterà di turbarti”.

Da “Meditazioni metafisiche” di Paramahansa Yogananda

Insegnami a essere tenacemente e cautamente coraggioso, invece di essere così spessp impaurito. Non avrò timore di nulla fuorchè di me stesso, quando cerco di ingannare la mia coscienza.

Da “God Alone: The life and Letters of a Saint” di Sri Gyanamata

“Dobbiamo imparare a resistere, e l’unico modo per imparare è continuare a resistere. Nel coraggio si manifesta il fulgido trionfo dell’anima sul corpo.

Dagli insegnamenti di Paramahansa Yogananda

“Non prendere troppo sul serio le esperienze della vita e, sopratuttto, non consentire che ti feriscano, perchè in realtà non solo altro che esperienze di sogno. Se le circostanze che devi sopportare sono difficili, non permettere che diventino parte di te. Recita il ruolo che ti è stato assegnato nella vita, ma non dimenticare mai che è soltanto un ruolo. Ciò che perdi nel mondo non sarà mai una perdita per la tua anima. Confida in Dio, e annienta la paura che paralizza tutti gli sforzi per arrivare al successo e che attira proprio ciò che più temi.”

Da “God tells with Arjuna: the Bhagavad Gita” di Paramahansa Yogananda

“Avere coraggio significa avere fede in Dio: avere fede nella sua protezione, nella sua giustizia, nella sua saggezza, nella sua misericordia, nel suo amore e nella sua onnipresenza. Per essere idoneo a raggiungere la realizzazione del Sè, il devoto deve essere coraggioso.

Da Self Realization di Paramahansa Yogananda

“Ricorda che qualunque difficoltà dovrai mai affrontare, non sarai mai troppo debole per combattere. Dio non permetterà che tu sia tentato più di quanto tu possa sopportare.

Da “Affermazioni per l’autoguarigione” di Swami Kriyananda

“Vivo protetto dall’infinita Luce di Dio. Finchè resterò in essa, niente e nessuno potrà mai nuocermi.”

Commento:

il coraggio più grande è quello di riconoscere quali “resistenze” di impediscano di vedere con chiarezza la realtà nella sua verità. Se mi dona la possibilità di accogliere tali disarmonie, e di rilassarmi con esse ed in esse, sarò in grado di insegnare loro come ammorbidirsi, fino a trasformarsi ed ad adattarsi ad un più idonea forma del mio essere. In modo che una volta cambiate o, ancora meglio svanite, possano permettermi di esprimermi sempre più in sintonia con la Verità che hanno sempre celato. Con coraggio guardo la Luce senza più nessuna ombra a coprirmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *