Vai al contenuto

Halasana, la posizione dell’aratro.

Halasana, la posizione dell’aratro è una posizione di inversione: tali posizioni sono così definite perchè dispongo il corpo “sottosopra”, portando in cuore ed il torace in posizione più alta rispetto alla testa ed alla mente. Così, simbolicamente, si mette in evidenza e si eleva il cuore che di solito è “sottomesso” alla mente.

Halasana si esegue solitamente in combinazione con la posizione della candela, Sarvangasana, accedendo direttamente dopo aver eseguito quest’ultima, oppure più semplicemente passando attraverso il “mezzo aratro”, Ardha Halasana. In questo modo, partendo dalla posizione sdraiata supina, si attivano entrambe le gambe contemporaneamente portandole a 90°: questa è Ardha Halasana. Successivamente, espirando, attivando l’addome si solleva il bacino portando le gambe tese oltre la testa fino ad appoggiare le dita dei piedi a terra. Il busto è posizionato a 90°, il torace preme sul mento, la gola si chiude, il peso è sulle spalle, la testa rimane immobile, i gomiti si piegano per portare le mani ai lombi e sostenere il peso. Se si arriva agevolmente a terra con le dita dei piedi e ci sente stabili, le mani possono rimanere a terra, le dita possono intrecciarsi premendo i mignoli sul tappetino le braccia si attivano e le spalle ruotano all’indietro.

Halasana è benefica per gli organi addominali, stimola intensamente la tiroide, allevia le tensioni lungo la colonna, così come alle spalle ed al collo. Dona una piacevole sensazione di leggerezza e facilita l’allungamento degli ischiocrurali delle cosce, preparando ad una esecuzione più profonda di Pachimottanasana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *