Vai al contenuto

Pazienza, vivere il ritmo del Divino

“Le virtù eccezionali della pazienza e del coraggio sono intimamente connesse con la coltivazione della continenza o castità”.

Dal Web : “Suryanamaskara, per una rivoluzione interiore”

In questa breve frase, viene affermata la relazione tra pazienza e coraggio, e la qualità dell’autocontrollo di cui abbiamo parlato in un altro articolo. Ciò deriva dal fatto che per coltivare e radicare se stessi nell’autocontrollo, è necessaria una buona dose di coraggio e pazienza senza limiti. In particolare nella pazienza possiamo scorgere il nostro atteggiamento di accettazione e di accoglienza nei confronti della realtà così come la percepiamo, senza provare a modificarla: possiamo scorgere la perseveranza nel mantenere noi stessi nella condizione di aprirci alla consapevolezza interiore, ossia in quell’atteggiamento che ci permette di vivere l’appagamento interiore.

Quando si prepara un terreno per ottenere un buon raccolto, occorre avere la pazienza di estirpare tutte le erbe infestanti e di attendere, anche se il terreno sembra infruttuoso, che i fertili semi nascosti germoglino e crescano rigogliosi. È necessario avere una pazienza ancora maggiore per liberare il campo della coscienza, invaso dalle erbacce dei vani attaccamenti ai piaceri dei sensi, tanto difficili da sradicare. Ma una volta che nel campo purificato della coscienza siano stati sparsi i semi delle buone qualità, le pianticelle delle nobili azioni potranno svilupparsi e produrre in abbondanza i frutti della vera felicità. Occorre soprattutto avere la pazienza di cercare la comunione con Dio nella meditazione profonda e di arrivare a conoscere l’anima indistruttibile nascosta nell’effimero corpo terreno.”

Paramahansa Yogananda “Para-gram”

Nell’ambito della realizzazione del Sè, la pazienza è fondamentale, nel predisporre le migliori condizioni possibile affinchè possa svilupparsi, ma soprattutto nell’attendere che ciò avvenga.

Non cercare ogni giorno un nuove fiore spirituale. Pianta il seme, annaffialo con la preghiera e l’opportuno impegno. Quando germoglierà, abbi cura della pianticella estirpando le erbe infestanti del dubbio, dell’indecisione e dell’indifferenza che potrebbero spuntarle attorno. Una mattina, all’improvviso, vedrai sbocciare il fiore spirituale della realizzazione, che hai così lungamente atteso.

Paramahansa Yogananda “Para-gram”

Solo quando tutte le condizioni necessarie sono rispettate, allora la realizzazione accade. Se ho preparato tutto al meglio, se ho creato il giusto ambiente, allora è solo questione di perseveranza e pratica. Con pazienza attendo che il frutto maturi, solo allora può essere colto e mangiato.

Tu sei il nemico di te stesso, e non lo sai. Non impari a sedere immobile e a dedicare tempo a Dio. Sei impaziente e ti aspetti di raggiungere il cielo all’istante. Non puoi raggiungerlo leggendo libri, ascoltando sermoni o compiendo opere di carità. Puoi conquistarlo solo dedicando tempo a Dio nella profonda meditazione.

Paramahansa Yogananda “L’eterna ricerca dell’uomo”

L’unico modo per raggiungere Dio è praticare la meditazione, costantemente, frequentemente, e sempre più profondamente. La comunione con Dio avviene solo quando ci mettiamo nelle condizioni migliori perchè ciò avvenga. Dio vuole che noi torniamo a Lui, ci chiama e ci attende dall’eternità, diamoci l’opportunità di tornare presto a Casa.

La pazienza, è stato giustamente detto, è la via più breve che conduce a Dio. Per sintonizzare il cuore con i ritmi dell’Eternità, ci si deve prima adattare ai ritmi lunghi della vita. Non si dovrebbe consentire alla mente di divenire assorta e concentrata sulle leggere increspature della superficie della mente.

Pazienza è anche adeguarsi alla vita così come è, anzichè desiderarla diversa. La pazienza è il requisito per ogni tipo di successo. È quando infatti lavoriamo sulle cose così come sono, che possiamo trasformarle in qualsiasi cosa vorremmi che fossero.

Sono il profondo abisso dell’oceano, imperturbabile nelle potenti tempeste esterne e inattaccabile da qualsiasi cambiamento in superficie.”

Swami Kriyananda “Affermazioni per l’autoguarigione”

Accettando il naturale fluire della vita, ci predisponiamo ad immergersi nell’Eternità, a vivere al Suo ritmo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *