Vai al contenuto

Sentire, la connessione all’Uno.

In ogni tradizione l’unico strumento di risveglio è considerata la presenza, ossia lo stare nel qui e ora,nel momento presente. Affinchè questo avvenga è necessario uscire dalle dinamiche della mente, dal pensare, che costantemente, attraverso il ragionamento e l’analisi, ci mantiene nel passato o ci proietta nel futuro.

Quando siamo nel momento presente è possibile solo “sentire”, percepire, osservare, mentre il pensare non può accadere: se ci si sposta nella mente si esce inevitabilmente dal momento presente.

L’unico strumento che abbiamo a disposizione per stare nel sentire è il nostro corpo, in quanto ha la capacità di percepire anche le vibrazioni più sottili, sensibile a qualunque tipo di emanazione. Occorre dunque imparare a conoscerlo ed ad usarlo nel modo migliore, e ciò può avvenire solo se si rimane nel presente, altrimenti la mente continuerà ad offuscare ogni tipo di percezione.

A partire dai cinque sensi, con cui veniamo a conoscenza del mondo esterno, iniziamo così a portare l’attenzione e l’energia di cui disponiamo verso l’interno, verso l’ascolto e l’osservazione di noi stessi. Ricordiamoci che abbiamo a disposizione altrettanti sensi, spirituali e sottili, la perfetta controparte dei 5 sensi ordinari, e che si sviluppano semplicemente attraverso l’esperienza del sentire, restando nel presente, per fare sempre più esperienza della propria sensorialità sottile.

Attraverso il sentire si accede ad un stato d’essere autentico, in cui si ha accesso a tutte quelle informazioni che la mente non può raggiungere, si torna ad uno stato di armonia naturale, ci si ricarica di energia, ci si libera da tutte quelle limitazioni dettate dall’agire della mente.

Nel sentire risiede la Vita, mostrando la connessione sempre esistente tra noi stessi, l’energia e la vibrazione che ci contraddistinguono, e l’Universo intero, scoprendo sempre più chiaramente come ogni divisione è illusoria e falsa: ogni limitazione è dettata solo dall’attività del pensare che costantemente ci mantiene in un vero e proprio stato di sogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *